ATTENZIONE RAGAZZE E RAGAZZI: I JEANS SKINNY, INDOSSANDOLI, POTREBBERO CAUSARVI DANNI ALLA SALUTE.

Tanto belli quanti pericolosi! Indissateli pure ma solo per poche ore. Specialmente per noi donne che di tendenza soffriamo di stasi circolatoria e cellulite, è utile rivedere il guardaroba almeno in estate ,sfoggiamo ampi e freschi vestitini e lasciamo respirare le nostre gambe!

profumo di donna

    Jeans skinny

jeans-skinny-uomo

     Attenzione, belle fanciulle quando indossate i jeans modello skinny, aderentissime, quasi una seconda pelle, per meglio mettere in risalto le vostre grazie “dalla vita in giù, e maschietti esibizionisti di ben altro; questo tipo di indumenti potrebbe danneggiare seriamente i vostri muscoli ed i vostri nervi.

        Questo è stato l’allarme, rimbalzato su tutti i media del mondo, lanciato dai medici del Royal Adelaide Hospital ad department of medicine  in Australia in un articolo pubblicato sul “JOURNAL OF NEUROLOGY,NEUROSURGERY AND PSYCHIATRY” in cui rendono noto il caso di una donna di 35 anni che era stata ricoverata con gravi problemi alle gambe proprio per effetto costringente dei jeans aderenti che, a causa della sindrome definita comportamentale, non riusciva più a camminare perchè la pressione tissutale aumenta e diminuisce la perfusione sanguigna.                      …

View original post 221 altre parole

MISURAZIONE PRESSIONE SANGUIGNA.

PREVENIRE è MEGLIO CHE CURARE!

profumo di donna

 

Young doctor checking patient pressure by special gauge Young doctor checking patient pressure by special gauge

         Per conoscere il grado di rischio cardiovascolare è sufficiente misurare la pressione alla caviglia ed al braccio e farne il rapporto. Questo è ciò che ha stabilito una revisione dei dati dello studio ARAPACIS della società italiana di Medicina Interna (Simi) secondo cuiu i pazienti con un indice pressorio caviglia/braccio inferiore a 0,9 hanno un maggior grado di ateroschlerosi e soprattutto una riduzione consistente della funzionalità dei reni.

    L’indice di cui trattasi è utile soprattutto per individuare i soggetti con fibrillazione atriale sui quali intensificare i controlli: uno su cinque ha un ABI index troppo basso e ciò aumenta di una volta e mezzo il pericolo di insufficienza renale.

     La fibrillazione  atriale è l’aritmia cardiaca più diffusa. Gli esperti del SIMI hanno deciso di valutare se vi sia un’associazione fra la pressione arteriosa…

View original post 426 altre parole