Animalismo

Lo sfruttamento animale ha diverse forme, diversi modi di rappresentare la sofferenza inaudita con cui tante creature purtroppo restano imprigionate per colpa di un Umano violento. Come l’Orca dell’acquario giapponese Kamogawa Sea World che sale a bordo vasca ed inizia a lamentarsi tramite un pianto straziante e commovente: Non credo ci siano parole opportune […]

via Le diverse forme dello sfruttamento animale. — Free Animals, Loved & Respected

Annunci

Pesce si…ma solo in mare!

Rilanciamo la petizione contro le gare di pesca associate alla Barcolana di Trieste: chi non ha ancora partecipato, lo faccia ora, grazie! Ricordate che annullare le gare di pesca significa salvare non uno, non due, non 10 animali, ma centinaia di animali. Animali marini che potrebbero continuare a vivere liberi anziché essere uccisi per divertimento! Spendete 2 minuti per inviare questa petizione via mail, e DIFFONDETE, grazie!

Così come spiegato sul sito ufficiale (http://www.barcolana.it/it/18350/Barcolana-Pesca ):

Invia la mail di protesta!
Ricorda di aggiungere il tuo nome e cognome in fondo alla mail.
Usa il link qui di seguito se il tuo programma di posta non accetta la virgola come separatore degli indirizzi e-mail (es. Outlook)
Invia la protesta – separatore ‘;’ arrow1

 

La “pelle” dell’agnello

3000 manifesti salva-agnelli
Anche quest’anno, in barba a che si sente “disturbato” da questo tipo di informazione, noi pubblichiamo l’articolo di AGIRE ORA.

Ci riteniamo, pur senza essere “invasati animalisti”, come spesso vengono chiamate le persone che difendono gli animali dalla macellazione cruenta e selvaggia, a favore di questa campagna.

Non possiamo negarci l’incredibile tenerezza di questa immagine e non possiamo non fare un po’ di auto coscienza sull’incredibile spreco di cibo e l’inutilità di tutta questa ingiusta violenza.

18 gennaio 2016

Anche per questa Pasqua intendiamo mettere a disposizione i manifesti salva-agnelli per le affissioni comunali ‘Buona Pasqua a chi non si macchierà le mani del suo sangue’. Vuoi darci una mano a stamparli e distribuirli? Partecipa alla raccolta fondi, grazie! Vuoi organizzare un’affissione nella tua città? Prenota fin da ora i manifesti!

Come gli scorsi anni, anche per la Pasqua 2016 intendiamo mettere a disposizione i manifesti “salva-agnelli”, che invitano a non mangiare l’agnello per Pasqua – né altri animali – con l’augurio“Buona Pasqua a chi non si macchierà le mani del suo sangue“.

Per questo abbiamo promosso una raccolta fondi sul sito di crowd-funding BuonaCausa.org, per poter stampare e distribuire 3.000 manifesti.

Guarda il manifesto e scarica la preview in pdf

Vuoi contribuire? Ecco come!

Puoi fare una donazione, a seconda delle tue possibilità, via PayPal, carta di credito, bonifico o bollettino postale. Tutte le donazioni raccolte contribuiranno alle spese di stampa e invio dei manifesti a chi desidera organizzare un’affissione nel proprio Comune.

Vai alla pagina della raccolta fondi ‘3000 manifesti salva-agnelli’ su BuonaCausa.org.

Aiutaci a diffondere questa iniziativa, via mail e sui social network, condividendo direttamnte la pagina della raccolta fondi, grazie!

Vuoi prenotare i manifesti per affiggerli nella tua zona?

E’ già ora di prenotarli! Quest’anno Pasqua cade il 27 marzo, perciò i manifesti possono essere affissi già dall’inizio di marzo e la prenotazione degli spazi comunali deve quindi avvenire a febbraio. Decidi dunque al più presto quanti ne vuoi e scrivici per prenotarli!

I manifesti saranno disponibili nelle dimensioni 70×100 cm e 100×140 cm, indicaci quali vuoi esattamente, grazie.

Tutti possono organizzare e finanziare un’affissione: singoli, associazioni, gruppi informali. Alla pagina Campagne a manifesti sono riportate tutte le indicazioni dettagliate su come procedere.

Scrivi a info@agireoraedizioni.org per prenotare i manifesti: appena pronti li spediremo.

Grazie a tutti per la partecipazione e l’aiuto!

Partecipa alla raccolta fondi! arrow1Da  agire ora

 

Se lo sai poi non lo fai

Cinzia Zedda Naturopata "Consultant"

Pasqua,agnello,massacro,macellazione,

Non è la questione di essere o di fare i moralisti ma solo di usare umana pietà e amore.
Quando masticate la carne, siate consapevoli che ad ogni morso c’è un esserino che piange..e che ora non c’è più.

Milioni di agnellini, massacrati inutilmente, per una tradizione che di certo non richiede la morte di innocenti. Troppo piccoli per essere strappati alle madri e portati lontano sui quei carri maledetti…    dove non si meritano neanche un pò d’acqua per andare a morire…Non bisogna essere animalisti per boicottare un inutile massacro…in Italia vengono macellati, ogni anno, circa 3 milioni e 300 mila agnellini di pochi mesi di età.

La tradizione pasquale crea un incremento vertiginoso delle uccisioni di agnelli: più del 60% degli ovini macellati in Italia, vengono consumati nel periodo pasquale, una tradizione tanto radicata quanto inutilmente crudele. Quello che succede nei macelli Italiani sembra suggerire che per…

View original post 81 altre parole