Stanchi…troppo stanchi? Leggete qui!

Coloro che “risucchiano energia” ad altri, vengono anche chiamati “vampiri energetici”. E’ consigliabile e opportuno riconoscere dinamiche e disturbi che possono dare origine a questi fattori e capire come rimediare a questa incongruenza. Questo “risucchio” avviene quando la propria energia è esaurita, a causa di vari motivi e deve essere giocoforza “rimpiazzata” assorbendone di nuova […]

via I vampiri energetici — Studio Luce Angelica

MINDFULNESS: LA “PIENEZZA DELLA CONSAPEVOLEZZA”

Le validazioni della ricerca scientifica sull’efficacia della mindfulness
La moderna psicologia clinica e la psichiatria dal 1970 ad oggi hanno sviluppato una serie di applicazioni terapeutiche orientate alla mindfulness. La ricerca sulle applicazioni delle pratiche di mindfulness è in costante aumento. [4] [5]. Negli ultimi 30 anni c’è stato un notevole aumento del numero di studi pubblicati sulla mindfulness. [22] Il corpo attuale della letteratura scientifica sugli effetti delle pratiche di consapevolezza è promettente e in rapida crescita. [4] [23]
Le ricerche evidenziano che le pratiche di mindfulness sono utili nella gestione dello stress, [4] nella riduzione dei disturbo d’ansia generalizzato [4],nel trattamento della depressione maggiore e delle sue ricadute [4], nei disturbi da attacchi di panico, nei disturbi alimentari (binge-eating), nella riduzione della sintomatologia del disturbo ossessivo-compulsivo, del dolore, [4] e delle dipendenze [6] [7]. Negli Stati Uniti e nel mondo una vasta gamma di organizzazioni offrono formazione in presenza mentale. La pratica mindfulness di consapevolezza migliora il sistema immunitario [26] e altera simmetriche attivazione nella corteccia prefrontale, un cambiamento precedentemente associato con un aumento degli effetti positivi e di veloce recupero da esperienze negative e traumatiche. [26]
In questo panorama la MBCT (Mindfulness Based Cognitive Therapy) di Kabat-Zinn e il protocollo mindfulness sulla cura della depressione di Segal, Williams e Teasdale rappresentano gli esempi più noti tra i tanti.

Mindfulness: Dati sulla riduzione dello stress e sul miglioramento del benessere
Jon Kabat-Zinn è il medico statunitense che ha sviluppato il protocollo di riduzione dello stress, chiamata Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR), nel corso di un periodo di dieci anni presso la University of Massachusetts Medical School. Kabat-Zinn (1990:11) definisce così l’essenza della MBSR: “Questo lavoro coinvolge soprattutto la regolare e disciplinata pratica di consapevolezza del respirare, momento per momento o presenza mentale, la completa accettazione di ogni momento della vostra esperienza, buono o cattivo che sia.” Kabat-Zinn spiega l’universalità non-buddista della mindfulness e della MBSR: “Anche se la meditazione mindfulness è più comunemente insegnata e praticata nel contesto del buddismo, la sua essenza è universale. Eppure non è un caso che la mindfulness emerge dal Buddismo, che ha come sue preoccupazioni dominanti il sollievo della sofferenza e il dissipare le illusioni. (2005:12-13). MBSR è clinicamente dimostrata essere utile per le persone con depressione e disturbi d’ansia. Questa psicoterapia basata sulla mindfulness viene praticata come una forma di medicina complementare in oltre 200 ospedali, ed è attualmente al centro di numerosi studi di ricerca finanziati dal il Centro Nazionale per le Medicine Complementari e Alternative degli Stati Uniti.”

Origini della mindfulness
Mindfulness, letteralmente “pienezza della consapevolezza” o “pienezza della mente” o “consapevolezza globale”, deriva dal termine Pali sati o dal sanscrito smrti tradotto come “consapevolezza” o “presenza”. Secondo il maestro vietnamita Thich Nhat Hanh la mindfulness “è l’energia di essere consapevole e sveglio al momento presente”. La mindfulness è comunemente intesa come pratica di consapevolezza “psicosomatica” del respiro nel corpo. La mindfulness o vipassana è una meditazione che il Buddha considerò di grande importanza sul cammino della realizzazione e l’elemento finale e forse più importante dei “sette fattori di illuminazione”. La pratica della mindfulness sviluppa l’attenzione e porta alla saggezza e alla chiara comprensione della realtà. La consapevolezza del respiro è una pratica presente in molte tradizioni spirituali come l’Hinduismo, lo Zen, le Upanishad. La mindfulness è stata resa popolare in occidente da Jon Kabat-Zinn. [1] che la definisce come “la consapevolezza non giudicante, momento per momento”. Nonostante le sue radici nel buddismo, la consapevolezza non è intrinsecamente religiosa e viene spesso insegnata indipendente di religione. [2] [3]

Definizioni
Diverse definizioni di mindfulness sono state utilizzate nella psicologia moderna. Secondo varie definizioni psicologiche importanti, Mindfulness si riferisce ad una qualità psicologica che comporta: portare la propria completa attenzione all’esperienza presente, momento per momento, [8]. Oppure: prestare attenzione in un modo particolare: di proposito, nel momento presente, e in modo non giudicante, [8]. Oppure: una sorta di consapevolezza presente non-elaborativa e non-giudicante, in cui ogni pensiero, sentimento o sensazione che emerge nel campo attenzionale è riconosciuto e accettato così com’è. [9]
Il vescovo Lau e colleghi (2004) [10] hanno proposto un modello a due componenti della consapevolezza: Il primo componente [della mindfulness] comporta l’autoregolamentazione dell’attenzione in modo che sia mantenuta sull’esperienza immediata, consentendo in tal modo un maggiore riconoscimento degli eventi mentali nel momento presente. La seconda componente riguarda l’adozione di un particolare orientamento verso le proprie esperienze nel momento presente, che è caratterizzata da curiosità (ricerca, indagine), apertura e accettazione [10].
Lo stato di presenza mentale e non giudizio caratterizza la pratica della mindfulness. Praticare la consapevolezza può aiutare le persone a cominciare a riconoscere i loro schemi mentali abituali, che si sono sviluppati inconsapevolmente [12] e questo permette alle persone di rispondere in modi nuovi e non abituali alle sfide della loro vita. [12]

Sviluppo storico
Nel 1979 il Dr. Jon Kabat-Zinn ha ideato e strutturato il Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR) un programma di “medicina complementare” sviluppato presso l’Università del Massachusetts, utilizzando la consapevolezza per aiutare le persone ad affrontare meglio ed essere più a loro agio nella vita per curare i malati cronici [13]. La MBSR ha scatenato un crescente interesse e l’applicazione di pratiche di consapevolezza nel mondo medico [14](: 230-1) per il trattamento di una varietà di condizioni di disagio in soggetti sani e malati. Il programma Mindfulness-Based Stress Reduction utilizza la consapevolezza corporea del respiro da seduti (body scan) per gestire lo stress, l’ansia, la depressione e il dolore. Il body scan deriva da una tradizionale pratica di meditazione birmana chiamata “samata”, che le scuole di U Ba Khin e di S N Goenka insegnano nei loro ritiri di dieci giorni di Vipassana.
Molto di questo è stato ispirato dagli insegnamenti Orientali, e in particolare dalle tradizioni buddiste, dove la consapevolezza è uno degli otto componenti del Nobile Sentiero divulgati da Siddhartha Gautama, il Buddha, che ha fondato il buddismo quasi 2500 anni fa. Sebbene in Occidente sia stata originariamente associata al buddismo, non vi è nulla di intrinsecamente religioso nella mindfulness, infatti essa viene spesso insegnata indipendente da ogni connotazione religiosa o filosofica. [15] [16]

Thich Nhat Hanh [17] ha portato la mindfulness all’attenzione degli occidentali. È stato in un ritiro di vipassana condotto da Thich Nhat Hanh negli Stati Uniti che il medico americano Jon Kabat-Zinn realizzò l’opportunità di utilizzare la mindfulness nel trattamento di malattie mediche croniche. Kabat-Zinn utilizza gli insegnamenti di Thich Nhat Hanh sulla mindfulness adattandoli nel corso Mindfulness-Based Stress Reduction di otto settimane; da allora si è diffuso in tutto il mondo occidentale. [18] La Mindfulness e altre tecniche di meditazione buddista hanno ricevuto ampio sostegno in Occidente da figure di spicco nel mondo delle neuroscienze, della biologia, della medicina e della psicologia, come lo stesso Kabat-Zinn, lo psicologo Tara Brach, lo scrittore Alan Clements, Jack Kornfield, Joseph Goldstein, e l’educatore Sharon Salzberg, che si sono ampiamente prodigati a svolgere un ruolo significativo per l’integrazione degli aspetti curativi delle pratiche di meditazione mindfulness con il concetto di consapevolezza psicologica e guarigione. Psicoterapeuti hanno adattato e sviluppato tecniche di consapevolezza in una promettente integrazione con le terapie cognitivo-comportamentali e con altre psicoterapie ad integrazione corporea e psicosomatica.

Riduzione dello stress
La risposta umana ai fattori di stress nell’ambiente produce cambiamenti emotivi e fisiologici. [28] Questo processo si è probabilmente evoluto per aiutare gli animali e gli esseri umani primitivi a superare le sofferenze immediate della vita e migliorare le nostre possibilità di sopravvivenza, ma nella società moderna gran parte della reazione da stress è del tutto inutile e potenzialmente pericolosa per la salute psicofisica. Lo stress ha dimostrato di avere diversi effetti negativi sulla salute, sulla felicità (soddisfazione) e sul benessere psicofisico in generale. Le indagini scientifiche sulle tecniche psicologiche basate sulla mindfulness (MBSR) hanno evidenziato una evidente azione sulla riduzione dello stress. Diversi studi hanno prodotto risultati rilevanti:
Brown (2003) [29] ha trovato una diminuzione nei disturbi dell’umore e dello stress a seguito di interventi di mindfulness.
Jain e Shapiro (2007) [30] ha condotto uno studio per dimostrare che la tecnica mindfulness di consapevolezza può essere specifica nella sua capacità di “ridurre i pensieri e i comportamenti di distrazione e di rimuginazione”, e che può fornire un “meccanismo unico per la riduzione del disagio”.
Arco (2006) [31] ha trovato una migliore regolazione emotiva a seguito della respirazione consapevole.
Garland (2009) [32] ha trovato una riduzione dello stress dopo interventi mindfulness, che sono potenzialmente la causa dei positivi effetti di miglioramento dei fattori di stress.
Jha (2010) [33] ha trovato che una sufficiente pratica di meditazione può proteggere contro menomazioni funzionali associate a contesti ad alto stress.

Miglioramento del benessere e delle emozioni positive: i risultati delle meditazioni
Le prove indicano che la meditazione del respiro porta al benessere attraverso un aumento di consapevolezza. Shapiro, Oman, Thoresen, Plante, e Flinders (2008) [34] hanno rilevato che la riduzione dello stress utilizzando la Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR) e il programma di otto punti (PPE) produce un aumento dei livelli di benessere nei partecipanti.
È anche importante notare che gli effetti di queste meditazioni possono diventare poco significanti una volta che cessa la pratica. In relazione a questo concetto di uso continuato, Diener, Lucas, e Scollon (2006) hanno sostenuto che le tecniche psicologiche ed emozionali utilizzate con successo in gruppo possono non realizzarsi nella vita, se i partecipanti non continuano la pratica quotidiana.
Diversi tipi di meditazioni influenzano il benessere dei praticanti in modo differente. Schoormans e Nyklicek (2011) [35] rispetto al benessere misure di due gruppi che avevano ciascuno praticato un diverso tipo di meditazione: la meditazione mindfulness (MM) o la meditazione trascendentale (TM). La MM mira esplicitamente a migliorare la consapevolezza, mentre TM utilizza la ripetizione di un mantra. Gli autori ritengono che MM aumenta la consapevolezza e benessere psicologico più della TM. Questi studi dimostrano comunque che MM e TM sono entrambi associati ad miglioramento del benessere.

La meditazione può aumentare il benessere grazie ad un miglioramento delle risorse personali. Barbara Fredrickson nel 2008 ha valutato una meditazione mindfulness orientate alla gentilezza e all’amorevolezza e ha trovato un aumento di emozioni positive e di soddisfazione della propria vita e delle proprie risorse personali. [36] Questi risultati indicano che le attività quotidiane, con la pratica della mindfulness, possono solo aumentare la soddisfazione di vita e anche sviluppare le risorse personali. Le risorse personali possono essere migliorate con la meditazione mindfulness (Fredrickson, 2008), e preparare le persone ad affrontare situazioni pericolose e stressanti. La meditazione può fortemente influenzare il benessere futuro, e migliorare le risorse personali, e quindi rappresenta una pratica importante da intraprendere. Cohen et al. (1983) sostengono che le persone che praticano la mindfulness valutano velocemente le proprie risorse personali prima di rispondere a situazioni di minaccia. Pertanto, un praticante di meditazione si comporterà in modo più efficace in caso di crisi grazie alla consapevolezza della sue maggiori risorse personali, aumentando potenzialmente la sua felicità futura. Per quanto riguarda la letteratura scientifica si evidenzia che gli individui che aumentano le proprie risorse personali attraverso la meditazione o altre attività possono sperimentare livelli più elevati di soddisfazione.

Tratto da benessereglobale.org

 

 

 

Yoga mindfulness a Pinerolo per mamme che vanno di fretta!

Per quelle donne e mamme che non hanno mai un attimo di tempo, è nato il corso veloce di yoga – mindfulness a Pinerolo, proprio presso l’asilo “Il cucciolo”.

Che bello, portare all’asilo i propri cuccioli e prima di ritirarli dal nido, fare un po’ di meditazione in relax !

Tutto questo è possibile, presso l’asilo il Cucciolo a Pinerolo (TO),

a partire da Marzo, il giovedì dal 17 marzo

dalle ore 17,00 alle 18,30

dalle 18,30 alle 19,30

dalle 20,00 alle 21,oo

Euro 99!!!!!

Iscrizioni entro il 10 marzo 2016

 

Per info: 328,23,55,144

figura yoga

 

A Natale regala il benessere

Perché non regalarsi o regalare un percorso benessere? Un idea per te o per le persone che ami…

Un corso di mindfulness… per meditare ..per essere yogi !

Un modo per iniziare bene il nuovo anno con progetti e nuovi propositi.

Un modo diverso per scoprire qualcosa di te!

Per informazioni visita http://www.naturopatiaitalia.altervista.org

Corsi 2016 per ripartire con il piede giusto!Yoga-mindfulness-meditazione

SEMINARIO TOTAL DAY DI ” MEDITAZIONE MOTIVAZIONALE” ALLA MAISON VERTE – CANTALUPA

  

 Sabato 27 febbraio, presso la suggestiva location” Maison Verte” si attiva il seminario sullamotivazione e il raggiungimento degli obiettivi.”

DAI IL VALORE CHE MERITI ALLA TUA VITA

Scopo del seminario è aiutare i partecipanti attraverso la tecnica” mindfulness” e la meditazione a ritrovare l’autostima e la fiducia nelle proprie capacità, aumentare la concentrazione e a raggiungere gli obiettivi nella vita, sia di carattere professionale che personale.

VOLERE E’ POTERE!

C’è una parte del nostro cervello in cui sono registrate le “memorie” acquisite o ereditate nell’infanzia e dagli atteggiamenti assimilati dai famigliari, a scuola e attraverso le esperienze durante il corso della vita.

Queste memorie sono responsabili delle sensazioni fallimentari che abbiamo di noi stessi e che limitano i rapporti sociali e il raggiungimento di una dimensione più equilibrata in ogni settore della vita.

Con la meditazione e la mindulness, possiamo andare in fondo a noi stessi e smantellare le memorie che non ci appartengono per crearne altre più simili a ciò che sentiamo di essere.

SONO LE PICCOLE COSE CHE FANNO NASCERE I GRANDI CAMBIAMENTI

L’obiettivo del total day  mindfulness motivazionale è

quello di liberare lo spazio interiore dai condizionamenti e dalle insicurezze per lasciare spazio alla creatività, all’entusiasmo e al rinnovamento.

Il corso è indicato a tutti coloro che vogliono migliorare la qualità della propria vita mettendosi in gioco meditando e divertendosi. Particolarmente indicato ai manager, impiegati, studenti, liberi professionisti  ma anche a quelle donne e uomini che hanno bisogno di esternare la loro creatività, scaricare lo stress e gestire gli eventi ingombranti che si incontrano durante l’esperienza del vivere

Lavoreremo utilizzando varie tecniche meditative e energetiche.

 

 

PROGRAMMA

ore 10,00 presentazione e inizio total day

ore 13,00 pranzo offerto nelle sale del ristorante della Maison Verte:

che comprende un primo piatto, secondo con contorno, macedonia di frutta

(bevande e caffè esclusi dalla quota).

Si chiede cortesemente di indicare anzitempo eventuali esigenze alimentari e /o intolleranze, allergie.

ore 14, 15 sessione pomeridiana

ore 17,00 coffe break

20,00 circa conclusione

 

Si consiglia un abbigliamento comodo. E’ richiesto l’utilizzo di un cuscino, un materassino o copertina. calzettoni, meglio se antiscivolo.

 

NB: Dopo il corso, è previsto per un mese il supporto a distanza -on line per aiutare i partecipanti nella pratica della mindfulness e risolvere eventuali dubbi.

 

La quota comprende il seminario  dalle ore 10,00 alle 20,00 circa, un pranzo offerto e pre-stabilito, un coffe break,

Iscrizioni entro il 15 febbraio 2016

(posti limitati!)

Quota partecipazione euro 250

PER CHI SI ISCRIVE DENTRO IL  12 GENNAIO 2016 QUOTA PROMOZIONALE EURO 165!!!!!!!!!

Si chiede di comunicare allo staff, in fase di iscrizione eventuali esigenze o limitazioni alimentari o di altro genere.

 

PER CHI ARRIVA DA LONTANO:

E’ possibile prenotare nella location una stanza, oppure una struttura nelle vicinanze comoda da raggiungere  (esclusa dalla quota).

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E ISCRIZIONI VAI NELLA SEZIONE CONTATTI

Corsi di Riprogrammazione emozionale a Pinerolo

Cinzia Zedda naturopata "consultant"

Calendario attività 2016

Corsi di Mindfulness-meditazione e yoga

Otto incontri della durata di 16 ore con partenza Lunedì 18 gennaio a Pinerolo (TO)

 

Sessione del mattino dalle ore 10,00 alle 12,00

Sessione preserale dalle 18,00 alle 20,00

 

 

“Riparto da me!”

“Riparto da me!”, è il nome del percorso  mindfulness con l’obiettivo di aprire  una visione più chiara e intuitiva della vita e di chi siamo. “Riparto da zero” riprogrammando e riavviando” (re-boot) i modelli condizionanti “pattern mentali” nel cervello diventati abituali e cristallizzati  ricostruendone dei nuovi, più giusti, più elastici, più ricettivi, più potenti, fatti su misura per noi e per le nostre aspirazioni.

La mindfulness è uno strumento potente in grado di promuovere le forze creatrici che ci appartengono da sempre.

La Mindfulness è un modo per ” ritrovarsi”  e scoprire che siamo dotati di una marcia in più.

La pratica della Mindfulness  è…

View original post 167 altre parole

A lezione di Yoga al MAXXI

ARTEVENTI

AL MAXXI A LEZIONE DI YOGA

 Visualizzazione di Yoga@MAXXI_137.jpg

DOMENICA 21 GIUGNO PER CELEBRARE  

 

LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLO YOGA INDETTA DALL’ONU

 

Ingresso gratuito | http://www.fondazionemaxxi.it

Anche il MAXXI partecipa alla Giornata Internazionale dello Yoga indetta dall’Onu.  Appuntamento domenica 21 giugno alle 9, nella hall del museo, con i maestri Riccardo Serventi Longhi e Sabrina Arathi Giannò, per una lezione gratuita di Ananda HathaYoga sul  tema “Equilibrio, Unione, e Pace Interiore”. La lezione durerà un’ora e mezza.

Dicono i maestri: “Lo yoga è un’esperienza adatta a tutti! L’Ananda Yoga, sviluppato da Swami Kriyananda sugli insegnamenti del suo maestro Paramhansa Yogananda (autore del celebre  Autobiografia di uno Yogi), mira a creare armonia tra corpo, mente e anima, ad aumentare la  consapevolezza ed elevare la coscienza. Attraverso questa pratica, la dispersione irrequieta della  mente verso l’esterno si inverte e si predispone ad un attento ascolto interiore. Questo stato di calma e ricettività…

View original post 191 altre parole

Venezia in salute Evento

Al Forte Marghera dall’1 al 3 giugno, ogni giorno dalle 10 alle 19.30

L’evento, giunto ormai alla sua terza edizione e organizzato da Veneziafiere Spa in collaborazione con il Comune di Venezia, la Provincia di Venezia e la Regione del Veneto, si presenta al pubblico con un ricco programma di appuntamenti per grandi e bambini.

Per combattere lo stress della vita moderna, a Nature potete trovare tutto ciò che serve per avvicinarsi al mondo del benessere e farsi coccolare: dai centri benessere, alle terme, dai massaggi, alle arti e alle tecniche più nuove per migliorare la qualità della vita. Da provare anche le essenze più curiose ed esotiche nonché i benefici delle erbe officinali; e poi la cosmesi esclusivamente naturale ed una sezione dedicata alle medicine non convenzionali.

Ma non è tutto qui. Per il mangiar bene e sano ci sono i prodotti biologici ma anche quelli tipici, quelli dietetici e quelli equo solidali. E poi c’è una vasta gamma prodotti naturali per hobby, giochi, tempo libero. In mostra anche, in tempo di siccità e crisi energetica, tecnologie e progetti per la bio-abitazione, combustibili eco-compatibili, eco-tecnologie, energie rinnovabili.

Anche il Comune di Venezia partecipa a Nature con i Servizi di comunicazione sull’handicap e la Direzione ambiente e sicurezza del territorio. All’interno dello stand n° 4 del Padiglione 35 verranno presentate le iniziative per rendere la città più accessibile alle persone con disabilità e le attività per educare e gestire meglio il patrimonio naturale.

Testimonial ufficiale dell’evento, il velista per caso Patrizio Roversi, che parteciperà anche al convegno organizzato nell’ambito di Go Slow, il salone del turismo lento, intitolato Io cambio strada, una rete nazionale di mobilità dolce per il viaggiare lento.

In occasione della fiera la zona del Forte sarà dotata di adeguati parcheggi gratuiti situati nell’area prospiciente, a disposizione di espositori e visitatori; questi ultimi avranno anche la possibilità di usufruire di parcheggi gratuiti in città, collegati alla sede espositiva da un bus navetta, anch’esso gratuito.

Per informazioni
Ufficio stampa Nature: AgnCom – Agenzia Nordest Comunicazione
tel.+39 049 65 74 26 – cell. +39 334 9886729
Veneziafiere Spa: tel. +39 041.71.40.66 – www.veneziafiere.it

Veneziafiere s.p.a.
San Polo, 2120 30125 Venezia
tel. +39 041 714066 fax +39 041 713151

http://www.comune.venezia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8872

YOGA E MERIDIANI

Segnaliamo un appuntamento importante da non perdere.

KAYOGA Brescia

Sabato 23 e domenica 24 maggio 2015

Ore: 10:00/13:00 – 14:30/17:30

Brescia – Ap7 Yoga

Via Paganora 7

Per informazioni: 3881168098 Edo.

Lo Yoga ci accompagna alla scoperta de”’ Energia Tradizionale Cinese.

Locandina Yoga e Meridiani Energetici DEFINITIVA

01-_polmonecanale C1canale del fegatocanale del fegato2canale IT1canale IT2canale milzaP 1canale milzaP 2canale Rene 1canale stomaco 1canale stomaco_2canale V 1canale V 2canale vb 1canale vb 2intestino_crasso_1intestino_crasso_2

View original post

SCOPRI COME REGOLARE ENERGIA ED EMOZIONI IN 5 MINUTI

Di grande utilità

Pianetablunews provvisorio

Il Jin Shin Jyutsu è un’antica tecnica terapeutica Giapponese che chiunque può applicare su se stesso allo scopo di riequilibrare l’energia e le emozioni attraverso la stimolazione dei meridiani che passano dalle dita delle mani.

La tecnica è semplice e si può attuare ovunque.

L’articolo continua nel nuovo indirizzo:http://www.pianetablunews.it/?p=21733

View original post

Sei stressato? Pratica Hatha Yoga!

Yoga Laico

Note sul sistema nervoso autonomo e le sue reazioni alla pratica Yoga. I benefici della pratica Yoga sulla regolazione dell’attività del sistema nervoso autonomo.

yogalaico_logo_quadrato

View original post 411 altre parole

Siete pronti a comunicare col pensiero?

Pianetablunews provvisorio

La fantascienza diventa sempre meno incredibile. In alcuni laboratori scientifici sono in corso delle sperimentazioni molto promettenti per verificare la possibilità di far comunicare telepaticamente due animali, due persone e persino una persona e un animale.

LA SCIENZA STUDIA COME COMUNICARE CON IL PENSIERO LA SCIENZA STUDIA COME COMUNICARE CON IL PENSIERO

View original post 912 altre parole

Quando la natura “si ascolta” in musica

Terracina Social Forum

Dal sito Internet http://www.econewsweb.it/it/2015/03/11/green-symphony-orchestra/#.VQB0ao5QDb4

QUANDO LA NATURA “SI ASCOLTA” IN MUSICA

di Redazione Econews

La natura e l’ambiente possono parlare anche attraverso la musica. Questo è la mission della Green Simphony Orchestra, un nuovo progetto artistico che coinvolge più di 40 musicisti, che ha come padrini Alessandro De Santis ed il direttore d’orchestra Manfredo Di Crescenzo. Ispirata dal musicologo canadese Murray Schafer, padre mondiale dell’ecologia sonora, l’Orchestra porta in scena non solo un genere musicale, ma anche importanti aspetti ecologico-civili della società contemporanea. “Il nostro progetto –spiega Di Crescenzo – prevede una forma di spettacolo integrato, azione scenica, lettura di testi, rappresentazione musicale, dove si celebri la bellezza della Vita e della Natura anche per sensibilizzare il pubblico sulla loro possibile distruzione, sui pericoli che incombono sull’ambiente e sull’umanità. Il nostro obiettivo è appunto quello di diffondere la consapevolezza dei problemi critici dell’Ambiente, dallo scioglimento dei ghiacciai, all’inquinamento delle acque…

View original post 281 altre parole

La fiaba di un elefantino

Cinzia Zedda naturopata "consultant"

C’era una volta un elefantino felice che giocava.

Ma un giorno però un cacciatore briccone se lo catturò e lo mise in prigione.

“Se vuoi l’elefantino costa solo un soldino” disse il cacciatore al domatore meschino.

E il domatore se lo comprò e per addestrarlo con rabbia gridò:

” Se non stai fermo nella posa giusta, non avrai noccioline ma solo la mia frusta!”

“Venite a vedere l’elefantino!” strillò il domatore meschino,

” voglio proprio vederlo giocare!” rispose un bambino intento a pagare

Ma l’elefantino in realtà non giocava per l’addestramento le botte pigliava.

E della dolce savana non rivide più niente, in una gabbia del circo rimase per sempre.

AL CIRCO GLI ANIMALI NON SI DIVERTONO

A quasi tutti i bambini piace andare al circo. Vedere trapezisti, clown, acrobati. E amano vedere gli animali. Le tigri, le scimmie, i leoni, gli elefanti ed i cani. Infatti, sono animali bellissimi…

View original post 229 altre parole

Meditare rende il cervello più grande

La meditazione è fondamentale per l’evoluzione interiore dell’uomo e per migliorare la qualità della vita su questa terra in attesa di…altro!

Pianetablunews provvisorio

Studi scientifici mostrano come la meditazione può cambiare la dimensione di aree importanti del cervello, migliorare la memoria e renderci più empatici, compassionevoli e capaci di affrontare lo stress.di Daniela Mascaro.www.fisicaquantistica.it 

Meditare rende il cervello più grandeOggi molti studi dimostrano che lo yoga e la meditazione sono molto efficaci nel ridurre lo stress, e i sintomi associati a depressione, ansia, dolore, insonnia, e nell’incrementare la capacità di concentrazione.

View original post 1.153 altre parole

Armonia della natura

KAYOGA Brescia

– Sono 3 i tesori che bisogna possedere discepolo, il primo è la misericordia, perché della misericordia nasce il coraggio, il secondo è la frugalità, da cui proviene la generosità verso gli altri e il terzo è l’umiltà, perché da essa proviene il commando.

– Chi strani tesori? In che modo devo conservagli Maestro? Nella mia memoria?

– Ahahaah…non giovane discepolo, non nella memoria, ma nelle tue azioni.

Tratto da:

Storiella Zen 15 (l’armonia delle forze e i tre tesori)

View original post

Una cascata di energia :)

Il potere della mente e l’energia dell’universo sono un potente potente mezzo ralizzare la tua vita.
Noi siamo pura energia

Cristina Khay Blog

 

Questa immagine è impregnata di un’energia speciale in grado di aiutarci ogni volta che desideriamo ricevere una botta di vibrazioni altissime.
Prima di fissarla, definiamo l’intenzione di ciò che vorremmo creare e sperimentare maggiormente nella vita. Poi concentriamoci sul punto centrale dell’immagine per circa 20 secondi, esprimendo gratitudine all’Universo, perché sappiamo che la nostra intenzione, davvero, si è realizzata.
Stiamo ben attenti a notare come le benedizioni iniziano a manifestarsi nei giorni e nelle settimane a venire e ringraziamo il Signore, perché tramite la gratitudine, Lui ci manderà presto un’infinità di altre cose per le quali ci sentiremo grati. 

-Daniele Barbarotto-

 

.

Immagine

.

.

View original post

Addio notturno

Il mio giornale di bordo

moon Vi sempre
un addio quotidiano
nella notte
l’allontanamento
della presenza
di un’emozione
di un’istante
donando al tempo
la possibilità di coprirla
di renderla un ricordo.

Antonio De Simone

Eng_Night farewell
There always
a daily goodbye
in the night
the expulsion
the presence
an emotion
an instant
giving the time
the ability to cover it
make a memory.

View original post

ASCOLTARE IL CORPO

Noi siamo l’immenso che avvolge tutto.

KAYOGA Brescia

Immagine

“Per curare e guarire è fondamentale
saper andare al di là della fisicità,
comprendere che l’anima comunica
attraverso il corpo, e che ogni
guarigione è sempre e innanzitutto
una guarigione dell’anima”

Laura Bertelè

View original post

CONSAPEVOLEZZA E RESPIRAZIONE

Il modo in cui respiri è il modo in cui conduci la tua vita

KAYOGA Brescia

IL SOFFIO DELLA VITA

Il respiro, che ci accompagna dai primi istanti della vita extrauterina sino alla dipartita da questo mondo, viene dato per scontato e raramente ci si accorge rapidamente di quanto sia specchio fedele di stati d’animo ed emozioni e di come, imparando a guidarlo, sia possibile avere un effetto benefico sulla psiche e sulla consapevolezza del proprio corpo.

Margherita Buniva

Immagine

View original post

IMPARARE e INSEGNARE

KAYOGA Brescia

Imparare è diverso da scoprire. Scoprire si fa con qualcosa che già esiste. Imparare è acquisire qualcosa dall’esterno. Scoprire è un processo vivo, imparare è una’acquisizione di conoscenza.

Scoprire è un modo di essere, imparare è un modo di avere.

 

Dona Holleman

 

” Non esistono bravi allievi,ma solo bravi maestri. Insegnare non significa assolutamente imporre la volontà del maestro su quella dell’allievo. L’insegnamento è un atto di libertà dall’inizio alla fine.

Al discepolo è richiesto un atteggiamento ricettivo, aperto, accogliente – ancor prima che il cervello comprenda la verità di ciò che gli viene mostrato – un atteggiamento di innocenza primordiale. L’obiettivo del maestro è quello di risvegliare l’interesse e la curiosità nella mente del discepolo, fornendo una visione chiara dell’oggetto del insegnamento. Le spiegazioni dovrebbero essere talmente evidente e logiche da dare all’allievo una sola possibilità: la comprensione. Capire apre la strada all’indipendenza e alla libertà “.

View original post 8 altre parole

una domanda curiosa

Mi è stato chiesto, come si possa raggiungere la felicità, quando non si ha nulla.
Quando non c’è nulla intorno a noi che ci vada bene e che ci soddisfi.

Ora, la mia risposta è stata molto semplice:
La felicità non è sintomo di serenità e appagatezza.
La felicità è legata a tutto ciò che è intorno a noi, all’esterno del nostro io.
La serenità invece, è un sentimento profondo e stabile.
Esso appartiene all’anima.
Ho un caro amico, di origine indiana, che mi insegna ogni giorno, come le difficoltà della vita siano estranee all’anima se sappiamo fortificare lo spirito.
La meditazione in questo, si presenta come un ottimo strumento per arrivare a raggiungere equilibrio e pace interiore.
Non pensiamo a voli pindalici complessi e infattibili.
E’ sufficiente un’ora al giorno tanto per iniziare.
Poi con il tempo la pratica e la gioia di ciò che raggiungiamo si estenderà ad ogni attività e momento che facciamo e viviamo.
La meditazione è un modo di vivere la vita, non è una pratica ginnica!.
La meditazione è semplicamente “fare nulla“.
Complicatissimo quindi, per l’epoca odierna e per noi occidentali dalle menti attive, frenetiche , dinamiche…ovvero stressate!
RITAGLIAMO MOMENTI PER NOI, SOLO PER NOI, DOVE SENTIREMO IL NULLA, OSSERVEREMO IL NULLA, FAREMO IL NULLA PERCHE’ SAREMO NULLA MA TUTTO NELLO STESSO TEMPO.

L’UNIONE CON L’UNIVERSO è L’AMBIZIONE NASCOSTA DEL NOSTRO IO.