Disturbi della condotta: meno materia grigia nei giovani che ne soffrono

Attendendo tempi migliori…

OggiScienza

151209142714_1_540x360

SCOPERTE – Nei bambini e negli adolescenti alcuni problemi comportamentali, come l’aggressività e l’antisocialità – tutti quelli ascrivibili alla categoria sociologica dei disturbi della condotta sono associati a un volume minore di materia grigia in svariate aree del cervello. In particolare l’attenzione è caduta sull’amigdala, l’insula e la corteccia prefrontale, le regioni note per essere coinvolte nella capacità di prendere decisioni, nell’empatia e nella regolazione e comprensione delle emozioni. L’osservazione è di due ricercatori dell’Università di Birmingham, che hanno appena pubblicato i risultati della loro analisi sulla rivista JAMA Psychiatry.

Rispetto a un giovane il cui sviluppo procede in maniera normale, quelli che mostrano problemi comportamentali hanno dei deficit nei processi cognitivi legati all’affezione: la questione non va sottovalutata, spiega in un comunicato Stephane De Brito, leader della ricerca, perché questo tipo di problemi si può tradurre, in età adulta, con l’abuso di sostanze e condizioni di salute carenti sia…

View original post 241 altre parole

Annunci

scrivi qui !

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...