Cosa sono in grado di fare quarantacinque grammi di carne al giorno nel corpo umano.

Se nel piatto mettiamo quarantacinque grammi di carne o di qualsiasi altra proteina animale, possiamo notare come sia una quantità davvero ridicola, rispetto a ciò che siamo stati abituati a mangiare.

Esatto, avete capito bene.

Ho utilizzato il termine “abituati” perchè di questo si tratta.

Purtroppo il marketing perfetto delle grandi industrie alimentari, ha stabilito per noi ogni cosa.
Dalle monoporzioni per singol in formato doppio, alla mozzarella intera in busta che invece dovrebbe essere mangiata a fette e sufficiente per sfamare un normale nucleo famigliare.
Tutto è studiato e confezionato in modo da indurci a mangiare tutto in fretta e subito.
La quantità di proteine che vi ho descritto prima, corrisponde più o meno alla metà di una scatoletta (quella piccola) di tonno e a mezza fetta di salmone affumicato in busta.

Una porzione davvero piccolissima che però è in grado di creare notevoli danni al nostro organismo.

Prendiamo ad esempio una persona di una corporatura media, abituata a mangiare quantomeno duecento grammi di carne o pesce.

Consideriamo come esempio e come “normale porzione” una tagliata, una fiorentina, un paio di cotolette, un fritto di mare, un piatto di polpette, un hamburgher e al “doppio giro” a cui siamo ben avvezzi agli aperitivi a buffet..
A volte le proteine sono distribuuite in entrambi i pasti principali e sovente tutti i giorni.
Le proteine animali, aprono una fiorente strada verso l’acidosi tissutale.
Ne conseguono un vasto numero di disturbi e il peggioramento di patologie anche importanti.
E’ risaputo che le malattie nascono e peggiorano quando l’organismo si trova in piena acidosi.
L’equilibrio acido-base, regola tutti i meccanismi organici.
Se questo equilibrio viene a mancare, ci troviamo di fronte al caos.
L’organismo si acidifica, lo scheletro si impoverisce di minerali basici fondamentali,le malattie si sviluppano facilmente.
Le proteine animali, fungono da “anticamera” a tutto questo.
E di più grave c’è anche la spiacevole capacità di stimolare le cellule cancerogene.
Tutto questo è facilmente dimostrato e dimostrabile.
Studi recenti e fondati, lo hanno chiaramente stabilito.
Non solo, sappiamo anche attraverso ricerche in merito, che il corpo reagisce positivamente di fronte all’astensione dalle protene animali.
Ovvero, in soggetti malati si è vista la regressione della massa cancerosa modificando l’alimentazione a favore di frutta e verdura ed escludendo carne, pesce, latte e derivati con le uova.
L’escrescenza tumorale tuttavia, si riformava in seguito alla nuova introduzione ci questi cibi.
C’è davvero di che riflettere..

Annunci

scrivi qui !

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...