una domanda curiosa

Mi è stato chiesto, come si possa raggiungere la felicità, quando non si ha nulla.
Quando non c’è nulla intorno a noi che ci vada bene e che ci soddisfi.

Ora, la mia risposta è stata molto semplice:
La felicità non è sintomo di serenità e appagatezza.
La felicità è legata a tutto ciò che è intorno a noi, all’esterno del nostro io.
La serenità invece, è un sentimento profondo e stabile.
Esso appartiene all’anima.
Ho un caro amico, di origine indiana, che mi insegna ogni giorno, come le difficoltà della vita siano estranee all’anima se sappiamo fortificare lo spirito.
La meditazione in questo, si presenta come un ottimo strumento per arrivare a raggiungere equilibrio e pace interiore.
Non pensiamo a voli pindalici complessi e infattibili.
E’ sufficiente un’ora al giorno tanto per iniziare.
Poi con il tempo la pratica e la gioia di ciò che raggiungiamo si estenderà ad ogni attività e momento che facciamo e viviamo.
La meditazione è un modo di vivere la vita, non è una pratica ginnica!.
La meditazione è semplicamente “fare nulla“.
Complicatissimo quindi, per l’epoca odierna e per noi occidentali dalle menti attive, frenetiche , dinamiche…ovvero stressate!
RITAGLIAMO MOMENTI PER NOI, SOLO PER NOI, DOVE SENTIREMO IL NULLA, OSSERVEREMO IL NULLA, FAREMO IL NULLA PERCHE’ SAREMO NULLA MA TUTTO NELLO STESSO TEMPO.

L’UNIONE CON L’UNIVERSO è L’AMBIZIONE NASCOSTA DEL NOSTRO IO.

Annunci

scrivi qui !

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...